15 Dicembre – Casa Avvento dei Sogni 🏡✨

15 Dicembre

Secondo incontro con Condominio 4.0 e i professionisti: I professionisti chiedono: “Voi parlate di network, ma come lo costruite?”

Diciamo che attraverso il nostro laboratorio workshop facciamo una proposta mettendo intorno al tavolo dei professionisti che devono riflettere sulla possibilità e sull’opportunità di costruire un network tra professionisti del mondo immobiliare, sia per il condominio che per i piccoli proprietari. Dalle risposte che emergono, aggiungiamo alle tappe successive le indicazioni che si traducono in un manifesto.

Poiché si tratta di un evento in tour, sarebbe interessante che qualcuno dei partecipanti si assumesse la responsabilità di creare un proprio network con le persone con cui trova condivisione ed empatia. Anche Condominio 4.0 sta sperimentando e studiando, quindi sta collaborando con esperti per valutare la possibilità di fare un passo successivo nel creare un network di professionisti del condominio nella città o nelle province in cui operano maggiormente. Sarà un percorso lungo, una start-up.

Prima di iniziare a fare il tour doveva, però, capire se questa formula suscitasse l’interesse dei partecipanti. Abbiamo trovato alcune associazioni che ci hanno dato il loro pieno appoggio: Assocond Conafi, Confabitare, Aic nazionale, La casa del consumatore, Associazione Controllo di vicinato, Cnpp. Poi contattiamo i vari ordini e collegi, e ad alcuni la formula piace, ad altri, pur facendo parte della stessa categoria, dicono di non essere interessati alla formula. Comunque devo dire che la formula sta riscuotendo successo e voi che vi state interessando ne siete un esempio.

La storia riflette sulla necessità di costruire connessioni e collaborazioni nell’ambito immobiliare attraverso l’idea di un network. Mostra come un approccio partecipativo e la volontà di sperimentare possano portare a successi significativi. Inoltre, enfatizza l’importanza di coinvolgere attivamente i partecipanti e di adattare le strategie in base alle risposte ricevute, illustrando l’efficacia della flessibilità nell’innovazione.

Related Posts
Leave a Reply